Key Energy
5-8/11/2019

News


Il Machine Learning (M.L.) è una branca dell’intelligenza artificiale (A.I.) che  si basa su modelli matematico-informatici composti da neuroni artificiali ispirati al funzionamento dell’apprendimento cognitivo. Per la Computer Vision, in particolare, si fa ampio uso di reti neurali, composti da elementi software che emulano il comportamento neurale biologico (umano e animale).

La sfida è quella di “insegnare” ad una macchina a svolgere azioni in maniera autonoma, come per esempio riconoscere e catalogare un set di immagini o compiere azioni che diversamente potrebbero essere svolte dall’uomo, ma in modo molto più rapido e preciso.

I nostri SmartDrones hanno fatto per esempio dell’Al il loro punto di forza: una serie di reti neurali appositamente addestrate sono in grado di rilevare anomalie e problemi di produzione analizzando immagini termiche e multispettrali di pannelli e cabine.

Ma a che punto siamo arrivati con l’Al? L’intelligenza Artificiale sta facendo passi da gigante e negli ultimi anni si è assistito allo sviluppo dei chip neuro-morfici, ossia microchip che integrano dati e storage in una unica componente per emulare le funzioni sensoriali del cervello umano. L’obiettivo più grande è diventato quindi quello di creare le condizioni necessarie affinché un cervello artificiale possa agire su base interamente logica e razionale, tenendo conto della sensibilità e dell’esperienza umana. Il passo di svolta sarà quello di concepire i sistemi operativi di intelligenza artificiale come entità intuitive e interattive. La vera domanda allora è: siete pronti per il Futuro?

14 Aprile 2020 By Maria Attanasio Senza categoria Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *