Una nuova frontiera per l’utilizzo dei droni: la cancellazione del rumore

La maggior parte dei produttori di droni cerca di ridurre il più possibile il rumore.

Ma un nuovo brevetto di Sony “USPTO” propone di usare i droni per la cancellazione del rumore, ovvero utilizzare droni in rete che trasportano apparecchiature audio per creare spazi silenziosi.

In alcune aree aperte come ristoranti, parchi, fiere… Può essere molto difficile avere un’infrastruttura insonorizzata per poter avviare una conversazione, pertanto potrebbe essere necessario un sistema intelligente e avanzato che fornisca una soluzione insonorizzata in tempo reale.

L’invenzione di Sony cerca di creare un mezzo per avere una “barriera di cancellazione del rumore virtuale” attraverso droni in rete. I fondatori spiegano che i droni sono forniti di apparecchiature audio per cancellare il rumore ambientale e fornire all’interno della barriera virtuale una zona senza rumore.

L’invenzione prevede il volo di una flotta di droni connessi che trasportano degli altoparlanti. Questi droni grazie ad un algoritmo di elaborazione delle immagini sanno dove andare, l’algoritmo individua l’area 3D da un feed in real-time e invia comandi ai droni collegati per posizionarsi correttamente. Grazie all’uso del feed i droni sono in grado di seguire obiettivi specifici per creare una zona di cancellazione del rumore continua.

Una volta che i droni sono stati posizionati, usano la loro capacità di catturare l’audio per elaborare il suono ambientale, quindi gli altoparlanti possono creare segnali audio che annullano il rumore ambientale elaborato con conseguente limite di cancellazione del rumore virtuale.

E’ un utilizzo della funzionalità follow-me unico e se le capacità dei droni si sviluppano in tutto il settore, il metodo Sony si potrebbe rivelare una svolta epocale.

Una zona silenziosa mobile potrebbe infatti avere usi infiniti, ad esempio in ambienti industriali rumorosi come cantieri e fabbriche o semplicemente per creare una “area telefonica” all’interno di un centro commerciale, creare zone prive di rumori potrebbe essere molto vantaggioso oltre che estremamente utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *